Area
riservata

Il Codice penale accoglie l’ipotesi delittuosa del traffico illecito di rifiuti!


placeholdernews

Il 6 aprile 2018 entrerà in vigore il D.lgs. 21/2018 che trasferisce nel Codice penale la fattispecie delittuosa di “traffico illecito di rifiuti,” attualmente disciplinata dall’articolo 260 del D.lgs. 152/2006.

Sarà l’art. 452-quaterdecies del Codice penale a sanzionare il reato, e tutti i riferimenti nel Testo Unico Ambientale all’art. 260, dovranno intendersi un rimando al nuovo articolo del C.p.

Il disposto di legge è rimasto perfettamente identico, ha solo trovato una collocazione giuridica più appropriata.

Contestualmente è stato disposto il coordinamento del testo dell’articolo 51, comma 3-bis, del Codice di procedura penale, per confermare la competenza per le indagini su questo delitto del Pubblico Ministero presso il Tribunale del capoluogo del distretto.

 

Filippo Grifoni

Dottore in Economia e Commercio

Elena Ramaldi

Dottoressa in Geologia

Lisa Berretti

Dottoressa in Scienze Forestali e Ambientali

Cristina Pini

Dottoressa in Lettere e Filosofia

Tommaso Sgaragli

Dottore in Ingegneria Ambientale

Roberta Boncinelli

Dottoressa in Giurisprudenza

Gianluca Pansini

Dottore in Geologia

Paolo Campinoti

Dottore in Ingegneria Elettronica

Stefano Maci

Dottore in Scienze Ambientali

Elisa Cassepierre

Dottoressa in Scienze Forestali e Ambientali

Duccio Feri

Dottore in Ingegneria Ambientale

Valerio Toninelli

Dottore in Ingegneria Ambientale

Luca Tofani

Geometra

Massimo Rolla

Dottore in Chimica

Silvia Gherardini

Dottoressa in Ing. Chimico Ambientale

Jonathan Rosenfeld

Disegnatore CAD

Giovanni Fabbri

Dottore in Fisica

Scorri a sinistra Scorri a destra

Professionisti
specializzati

Le competenze integrate dei suoi tecnici garantiscono sempre la scelta delle soluzioni migliori ed economicamente più convenienti per le aziende.