Area
riservata

Cassazione: trasporto di rifiuti pericolosi senza formulario


Confermando oramai un orientamento consolidato, la Corte di Cassazione ribadisce che tutti i trasporti di rifiuti pericolosi senza formulario avvenuti prima del 16 agosto 2011 sono stati depenalizzati a causa di un “vero e proprio vuoto normativo“.

Con la sentenza n. 1951 del 18 gennaio scorso, la Suprema Corte ha confermato il principio che il trasporto di rifiuti pericolosi eseguito senza formulario ovvero con formulario recante dati incompleti o inesatti, prima del 16/08/2011, non è previsto dalla legge come reato.

 Il fatto che poi il legislatore abbia posto rimedio reintroducendo il reato con il D.lgs. 121/2011, ha valenza solo per i fatti-reato commessi successivamente all’entrata in vigore del citato decreto, ossia dal 16 agosto 2011.

 

Filippo Grifoni

Dottore in Economia e Commercio

Elena Ramaldi

Dottoressa in Geologia

Lisa Berretti

Dottoressa in Scienze Forestali e Ambientali

Cristina Pini

Dottoressa in Lettere e Filosofia

Tommaso Sgaragli

Dottore in Ingegneria Ambientale

Roberta Boncinelli

Dottoressa in Giurisprudenza

Gianluca Pansini

Dottore in Geologia

Paolo Campinoti

Dottore in Ingegneria Elettronica

Stefano Maci

Dottore in Scienze Ambientali

Elisa Cassepierre

Dottoressa in Scienze Forestali e Ambientali

Duccio Feri

Dottore in Ingegneria Ambientale

Valerio Toninelli

Dottore in Ingegneria Ambientale

Luca Tofani

Geometra

Massimo Rolla

Dottore in Chimica

Silvia Gherardini

Dottoressa in Ing. Chimico Ambientale

Jonathan Rosenfeld

Disegnatore CAD

Giovanni Fabbri

Dottore in Fisica

Scorri a sinistra Scorri a destra

Professionisti
specializzati

Le competenze integrate dei suoi tecnici garantiscono sempre la scelta delle soluzioni migliori ed economicamente più convenienti per le aziende.